Maps Magazine

Posted By Vittoria / 21 luglio 2015 / 0 Comments

     

    Sono qui a parlarvi di Mediterraneo e non di vacanze o del fatto che il mare comincia a mancarmi in maniera oserei dire quasi poetica, non sono nemmeno qui a parlarvi dei problemi che il nostro bel mare ultimamente ci regala e nemmeno dei pesciolini zuppi di mercurio, no.

    Sono qui a parlarvi di Mediterraneo perché è il nostro mare, ma non solo nostro.

    Sono qui a parlarvi di un progetto tutto made in Italy, perché il nostro viaggio alla scoperta dei talenti nostrani è infinito, proprio come i nostri talenti e cosa c’entra il Mediterraneo in tutto questo ve lo spiego proprio ora con un’equazione facile facile.

    Passione + fotografia + carta stampata + talento – le solite cose = maps mag

    Ecco, in questa piccola equazione trovate già tutto, ma lasciate che vi spieghi così come il prof di matematica vi spiegava per ore difficilissimi calcoli che alla fine potevano essere risolti con una piccola equazione come questa.

    Maps mag è una nuova iniziativa editoriale nostrana, nata dall’idea di Teodora Malavenda e Arianna Angeloni. Un magazine cartaceo interamente dedicato alla fotografia e alle storie che porta con sé il bel Mediterraneo, che da sempre funge da ponte tra culture, mondi e colori differenti, ma figli tutti dello stesso mare.

    Al momento non è ancora possibile sfogliare maps mag, ma potete avvicinarvi al progetto e perché no parteciparvi, grazie al sito della rivista.

    Maps mag ha appena pubblicato la sua open call, ovvero il suo invito a partecipare, a tutti i fotografi che vorranno contribuire alla nascita del suo primo numero (la deadline è il 3 ottobre).

    Noi ci aspettiamo grandi cose, grandi e belle come il mare e anche se siamo sicuri che maps mag non deluderà le nostre aspettative, gli facciamo un grande grandissimo in bocca al lupo per la sua avventura. Un po’ come gli auguri che – non – si facevano un tempo ai marinai.

    maps-magazine-open-call

    vittoria

    Strega per nascita, regina delle romantiche per far di necessità virtù. 26 anni e un gatto, appassionata di arte e di fotografia, la potete trovare spesso sul metrò immersa nella lettura dell'Economist che porta sempre in borsa, fedele compagno di ogni suo viaggio. Scrive da sempre, non perché deve, non perché l'abbia scelto, ma perché è parte di lei.

    Related Posts

    No comments

    No comments

    Leave a reply

    Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

    css.php

    Like us!